Il portale di informazioni sulla Svizzera

Il portale di informazioni sulla Svizzera

Your Gateway to Switzerland

Palafitte preistoriche attorno alle Alpi

Siti palafitticoli ai confini delle Alpi. (nuova finestra)

Siti palafitticoli ai confini delle Alpi. © palafittes.org

Le zone paludose contengono un grande tesoro lasciato dai nostri antenati: tessili tra i più antichi d’Europa, conchiglie, ambra, ceramiche, piroghe e ruote di legno. Grazie alle eccellenti condizioni di conservazione, questi oggetti sono la testimonianza dei primi giorni della storia umana. Sebbene siano quasi tutti invisibili, sepolti nella terra, sul fondo di laghi o lungo le rive, il loro valore è inestimabile. Nel 2011 l'UNESCO  ha inserito nel Patrimonio Mondiale dell’umanità 111 villaggi di palafitte sparsi in sei paesi dell'arco alpino.

Fatti e cifre

  • Oggetto 111 villaggi di palafitte preistoriche in sei paesi ai confini delle Alpi. I siti palafitticoli risalgono al periodo tra 5000 - 500 av. C. Sono sott’acqua, lungo i bordi dei laghi o dei fiumi o ancora nelle paludi. Dei 111 siti che compongo questo patrimonio mondiale dell’UNESCO, 56 sono in Svizzera.
  • Luoghi? Svizzera, Germania, Francia, Italia, Austria e Slovenia. In Svizzera sono interessati 15 cantoni.
  • Iscrizione da parte dell’UNESCO 2011
  • Motivo Testimonianza unica di una tradizione culturale scomparsa e esempio eminente di insediamento umano tradizionale, dell’impiego tradizionale del territorio o dell’acqua (criteri IV e V delle linee direttrici dell’UNESCO).
Ricostruzione del villaggio di palafitte del Cortaillod-Est ai bordi del lago di Neuchâtel. (nuova finestra)

Ricostruzione del villaggio di palafitte del Cortaillod-Est ai bordi del lago di Neuchâtel. © Laténium

Scavo subacquatico moderno a Erlenbach-Winkel nel canton Zurigo (nuova finestra)

Scavo subacquatico moderno a Erlenbach-Winkel nel canton Zurigo © Amt für Städtebau / Unterwasserarchäologie ZH

La particolarità

Le palafitte offrono una testimonianza precisa e dettagliata dello stile di vita dei primi agricoltori in Europa, che si trattu della loro vita quotidiana, delle pratiche agricole, dell’allevamento o delle innovazioni tecniche. Grazie alla possibilità di datare precisamente gli elementi architettonici di legno, è possibile seguire l'evoluzione spaziale di villaggi preistorici per lunghi periodi. Le scoperte risalgono al 5000 e 500 a.C. e mostrano una trentina di gruppi culturali del Neolitico, dell’età del Bronzo e degli inizi dell’età del ferro. I siti di palafitte sono le migliori fonti archeologicihe che permettono di conoscere le culture preistoriche. In certi luoghi, strati archeologici di diversi metri contengono resti di più di 25 villaggi sovrapposti a strati. Il modo di costruzione dei villaggi e delle case erano molto variati: la disposizione poteva essere lungo una solo strada, con più assi oppure in semplici gruppi. Le case erano costruite a livello del suolo o sopraelevato. Ogni villaggio ha la sua storia e oggi scopriamo dei siti nelle acque basse vicino alle rive (lago di Bienne), ma ugualmente lontano dai laghi, nell'entroterra dove le acque si sono ritirate (lago di Zugo), o anche all'interno dell'attuale spazio urbano (Zurigo).

Il Patrimonio mondiale e la sua Swissness

I reperti costituiscono una testimonianza dell'origine e dell'evoluzione delle società agricole a tutto l’arco alpino. Il loro ottimo stato di conservazione facilita la ricerca sullo scopo e la funzione dei siti. Da anni i Cantoni collaborano per analizzare le vestigia. Gli oggetti della vita quotidiana illustrano lo stile di vita e il modo di lavorare nelle società del passato e ci rivelano le origini svizzere in modo molto sorprendente. I dossier del nostro siti consentono di saperne di più anche sull'agricoltura di oggi.

Palafittes iApp

Palafittes iApp

Il Patrimonio dell’UNESCO come se foste lì

L’applicazione per iPhone "Palafittes Guide" permette di scoprire queste vestigia. Si può così intraprendere una visita virtuale di 50 siti. La guida è costantemente aggiornata.

Per andare sui siti

I siti palafitticoli sono presenti in tutta la Svizzera.
Qui l’esempio del Sutz-Lattrigen ai bordi del lago di Bienne, nel canton Berna.

I siti sono facilmente raggiungibili con i trasporti pubblici.