Il portale di informazioni sulla Svizzera

Il portale di informazioni sulla Svizzera

Your Gateway to Switzerland

Lavoratori dell'UE

L'accordo sulla libera circolazione delle persone ha portato ad un aumento del numero di cittadini dell'UE occupati in Svizzera.

Il gruppo più consistente proviene dalla Germania, paese nel quale la Svizzera è oggi la prima scelta dei futuri emigranti. Per la maggior parte si tratta di lavoratori altamente qualificati, quadri, insegnanti e medici.

L'afflusso di cittadini dell'UE in cerca di lavoro è stato semplificato nel 2004 con l'abrogazione della legge che obbligava i datori di lavoro a dare la priorità ai cittadini svizzeri nell'attribuzione dei posti di lavoro.

I frontalieri

I frontalieri sono una categoria importante nell'ambito dei lavoratori stranieri in Svizzera. Le regole sono piuttosto rigide: devono risiedere in specifiche aree confinanti e possono lavorare in altrettanto specifiche zone di confine in territorio svizzero.

Secondo i termini dei loro permessi di lavoro i frontalieri devono obbligatoriamente rientrare nel paese di residenza almeno una volta alla settimana. (Fino all'entrata in vigore degli accordi del 2002, il rientro era previsto quotidianamente.)

Piû della metà dei frontalieri risiede in Francia, mentre Germania e Italia ne contano ognuna circa un quinto del totale. Le principali zone frontaliere di lavoro sono l'area lemanica con Ginevra in particolare, l'agglomerazione basilese e il Canton Ticino.

I lavoratori frontalieri sono presenti in quasi tutti i rami dell'economia, ma soprattutto nell'industria.

Dal giugno 2007 le limitazioni alle zone frontaliere sono state abolite e i frontalieri possono quindi trovare impiego in qualsiasi parte del territorio svizzero.